• Quaresima missionaria. Sostieni due progetti in Africa Proponiamo all’inizio di questo tempo di quaresima due progetti già avviati in Etiopia e Mozambico. Mozambico. Una scuola per dare un lavoro Il blocco esistente Nome Progetto: Scuola di Xinavane Tipologia di progetto: educativo Dove: Xinavane (sud del Mozambico, provincia di Maputo) Referente: per l’Italia padre Claudio Zuccala dei Padri Bianchi. In Mozambico: suor Ester Lucas, Figlie della carità di San Vincenzo Obiettivo generale:   Apertura di una scuola di avviamento professionale per giovani e adolescenti Costo previsto complessivo (2 fasi in due anni): 80 mila euro Ambiente Lo storico zuccherificio Xinavane ( la X si pronuncia Sc)  è una cittadina di 30mila abitanti della Provincia di Maputo, distretto di Manhiça, distante 135 km dalla capitale Maputo. Si ... Continua >
  • Dal Congo si ruba anche la gioventù Dal Congo si ruba anche la gioventùPubblichiamo di seguito il messaggio per il Natale che padre Alberto Rovelli, in Congo da più di un anno, ha indirizzato a parenti, amici e benefattori e che recentemente è apparso anche sul settimanale IL POPOLO CATTOLICO di Treviglio Natale 2018 Saprò ricono­scere il Bambino Gesù nei pre­sepi della vita? Carissimi, La nascita di Gesù è vicina e ne approfitto per condividere con voi alcuni momenti della mia vita qui a Bukavu. La salute è buona e questo mi permette di lavorare per bo­nificare il sottobosco invaso da rovi e soprattutto da mucchi di rifiuti di plastica; abbiamo 7 mucche è urgente che mi dia da fare per avere erba a sufficienza anche durante la ... Continua >
  • Prog n. 14, Ghana (Wa) Assistenza ai malati mentali CONTRO LO STIGMA DELLA MALATTIA MENTALE Mons. Baawobr, vescovo di Wa (Ghana), già superiore generale dei Padri Bianchi, offre cure e riabilitazione ai malati psichici e combatte la discriminazione che li colpisce Vanno a cercarli per strada e donano loro cibo, vestiti puliti e cure adeguate. È questo il progetto che mons. Richard Kuuia Baawobr, vescovo di Wa e già superiore generale dei Padri Bianchi, ha lanciato nel 2016 in Ghana a favore dei malati mentali. Un progetto che sta dando i suoi primi risultati e che vuole andare oltre, creando strutture di cura moderne e combattendo lo stigma sociale. Quello del disagio psichico è un problema sentito in Ghana. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, dei ... Continua >
  • BURKINA FASO, UN INVESTIMENTO IN CULTURA Nato nel 2002, il collegio Sant’Antonio da Padova offre una formazione di qualità ai suoi studenti.  Per migliorare la formazione avrebbe però bisogno di una biblioteca Una piccola biblioteca con i libri essenziali per aiutare gli studenti delle scuole elementari: è quanto vorrebbero creare le suore dell’Annunciazione nel collegio Sant’Antonio da Padova a Cinkanse (Burkina Faso). Una biblioteca, piccola ma indispensabile per accompagnare gli studi dei ragazzi. Però mancano i fondi. Per questo hanno fatto appello alla generosità dei Padri Bianchi e dei loro amici per poter avere le risorse necessarie. Il collegio è nato nel 2002 nella diocesi di Tenkodogo. Fin dall’inizio, l’istituto è stato gestito da laici, ma è sempre stata ... Continua >
  • Burkina Faso: microcredito per le donne – Progetto 3-2015 A volte basta davvero poco per cambiare la vita a una persona bisognosa. Lo sa bene Maurice Oudet, (a sinistra, nella foto) missionario francese dei Padri Bianchi, che in Burkina Faso elargisce micro finanziamenti di 150-200 euro a favore di donne in difficoltà, finalizzati all’avvio di attività in grado di generare reddito e promuovere lo sviluppo: negozi, locande, botteghe… Come il celebre “banchiere dei poveri” bengalese Muhammad Yunus, anche Padre Oudet finanzia l’avvio di piccole imprese commerciali o artigianali che offrono l’opportunità di cambiare, in meglio, la vita di molte ragazze-madri, mogli abbandonate o rimaste vedove: donne volenterose e dignitose, che però non hanno garanzie sufficienti per accedere al credito bancario. Anche ... Continua >
  • Sudafrica: aiuti ai seminaristi – Progetto 5-2015   L’azione svolta da missionari provenienti in gran parte dall’Europa e Nord America ha contribuito al sorgere di comunità cristiane in varie zone dell’Africa. Da queste comunità ora provengono giovani che sentono il desiderio di condividere con altri la fede che hanno ricevuto. Il richiamo a vivere questa responsabilità di trasmettere la fede convince parecchi giovani a chiedere di entrare nel nostro istituto. Con gioia vengono accolti e invitati ad un processo di discernimento e preparazione che dura circa dieci anni. A Merrivale, un cittadina della provincia del KwaZulu-Natal vicino a Durban, in Sud Africa, gestiamo una comunità di circa 35 giovani che completano gli ultimi quattro anni di formazione. I giovani seminaristi provengono in massima parte da ... Continua >
  • Uganda: libri e banchi per i poveri – Progetto 6-2015 Nel nord del Paese, ai confini con il Sud-Sudan, padre Jean Le Vacher e una comunità di suore ugandesi gestiscono una scuola per centinaia di bambini meno fortunati: orfani, rifugiati, ex baby-soldati, abbandonati, amputati… tutti bisognosi di aiuto. La scuola è dedicata al “Beato Damiano”, il santo eroe di Molokai. Attualmente la struttura ospita più di seicento allievi, ugandesi e sudanesi. Il numero degli alunni è in continuo aumento e le strutture non bastano. C’è bisogno di nuovi dormitori, un refettorio, banchi, qualche aula di studio in più, più docce e servizi igienici, un’infermeria… e anche una cappella. Per questo progetto sono già stati raccolti e inviati 2.650 euro. Chi lo desidera ... Continua >
  • Italia: assistenza ai missionari anziani – Progetto 9-2015 Hanno dedicato la loro vita agli ultimi, ai più bisognosi. In Africa hanno costruito scuole, pozzi, dispensari, strade, rifugi per bambini di strada e donne maltrattate. Hanno vissuto decenni di fatiche e sofferenze a stretto contatto con la guerra, la miseria, la malattia. Si sono prodigati con generosità e senza risparmiarsi per gli altri. Ora tocca a loro ricevere un aiuto. Sono i missionari anziani dei Padri Bianchi. Avrebbero diritto a riposarsi in Italia, trascorrendo ciò che ancora resta da vivere con dignità e serenità. Molti di loro hanno bisogno di cure mediche e assistenze infermieristiche: spese ingenti e necessarie per le quali richiediamo un aiuto generoso a tutti coloro che ... Continua >